• E SE POTESSI TRASFORMARE LE TUE BRIOCHES IN UNA SPECIALITA’ DI PASTICCERIA?
  • E SE POTESSI TRASFORMARE LE TUE BRIOCHES IN UNA SPECIALITA’ DI PASTICCERIA?
  • E SE POTESSI TRASFORMARE LE TUE BRIOCHES IN UNA SPECIALITA’ DI PASTICCERIA?

E SE POTESSI TRASFORMARE LE TUE BRIOCHES IN UNA SPECIALITA’ DI PASTICCERIA?

BASTA SCHERZARE!
E’ ARRIVATO IL MOMENTO DI FARE I SOLDI, QUELLI VERI!


Come aumentare le vendite di oltre il 40%, risparmiando tempo di preparazione, senza stravolgere le tue abitudini e anche se il tuo concorrente ha un locale più nuovo del tuo.

Diciamo la verità, quante volte ti è capitato di pensare “ma ne vale davvero la pena?”.

Tutto il giorno chiuso nel tuo bar e poi quella sensazione di non guadagnare abbastanza.
Sveglia presto, mille sacrifici, per poi servire i tuoi soliti clienti e vedere sfilare un sacco di gente davanti al tuo bar per entrare in quello del tuo concorrente e poi, dieci di sera e ancora qualche brioches della mattina rimasta invenduta nella tua vetrina.
E tutti i giorni la stessa storia, in piedi di primo mattino a preparare le colazioni. Tiri fuori i cartoni delle brioches dal frigo, cercando di prevedere cosa venderai. E magari quando hai aperto il locale, le referenze erano 4, al massimo 5! Oggi hai: la brioche alla marmellata, quella alla crema, quella alla crema di nocciola; poi hai le treccine, mela, frutti di bosco, cosa fai, quella non la metti? Che poi il bar vicino a te ce l’ha sicuramente! E poi i muffins, le brioches integrali e quelle al miele, quelle vegane (che adesso vanno di moda) e poi le brioches al cioccolato, i saccottini e le crostate.

Insomma se conti tutte le referenze arrivi a 15 cartoni! E quanto spazio ti prendono?

Tutto sto casino e le devi ancora cuocere! Allora inizi ad accendere il forno, consapevole del fatto che ogni prodotto richiede tempi e temperature diverse di cottura, quindi inizi ad informare le brioches che ci mettono di più, imposti il timer e intanto che cuociono ti metti a fare un’altra cosa, ti distrai un attimo e quando arrivi le trovi abbronzate più del solito e sai già che qualcuno non le comprerà. Ma ammettilo dai, anche a te qualche volta è venuta la tentazione di impostare una temperatura ed un tempo medio di cottura per tutte le brioches. Il risultato? Qualcuna ben cotta, qualche altra un pò più colorata, qualche altra ancora un pò pallidina, molle, in una parola: cruda!
Che se poi te la comprano, devi sperare che la digeriscano!

E vogliamo parlare di quando arrivi a metà mattina ed hai finito la brioche con la farcitura che richiedono di più? Ti trovi costretto a riaccendere il forno, perché se non ce l’hai tu, quasi certamente il tuo concorrente ce l’avrà! Ed ecco che parte il toto-brioches! Quante ne preparo? Altre 10? Ma ha senso accendere il forno per 10 brioches? No, dai ne metto 15! E se poi mi avanzano?


La verità è che preparare le colazioni richiede molto lavoro e nonostante la crisi, la colazione rimane ancora oggi una delle abitudini più remunerative (il 36% dell'incasso giornaliero) per chi come te ha un bar.
Lo sapevi che?
Sono 12 milioni gli italiani che consumano la colazione fuori casa 3/4 volte alla settimana.
E sono 5 milioni quelli che la consumano fuori casa OGNI GIORNO.

Voglio raccontarti la storia di: Eddy e Marco una caffetteria nel centro di Lissone (MB) una realtà immersa ad altri bar. Quindi immagina, concorrenza spietata, tutti con gli stessi prodotti (ormai le brioches che si trovano nei bar le trovi anche nei supermercati!). Tutti con lo stesso prezzo, che se solo ti venisse in mente di aumentare anche solo di 10 centesimi la stessa brioche, rischieresti di trovarti il bar vuoto da un momento all’altro!
Vendevano circa 600 brioches a settimana, “ottimo numero!” penserà qualcuno. Ma a lui non bastava! Sapeva che distinguendosi avrebbe venduto molto di più, e perchè no? Avrebbe potuto anche aumentare il prezzo!
E così siamo arrivati noi e solo nel primo mese le sue vendite sono schizzate da 600 a più di 800! Senza considerare i caffè e i cappuccini ordinati insieme ad ogni brioche!!
Abbiamo fatto entrare più clienti nel loro bar!
Beh, se ti stai chiedendo come abbiamo fatto, clicca sul bottone qua sotto!!

Ci siamo chiesti: ma come posso semplificare il lavoro del barista, dargli un prodotto di alta qualità, senza stravolgere le sue abitudini, facendolo guadagnare bene e accontentando il suo cliente?
Ci abbiamo messo un pò a mettere a punto un Progetto all’altezza delle nostre aspettative, ma ora i numeri ci danno ragione!
Siamo partiti dal considerare che esistono due tipi di consumatore: l’abitudinario, quello che prende sempre la stessa cosa e ama le farciture tradizionali; il curioso, quello che se c’è una farcita nuova la deve provare e dopo che l’ha provata ne vuole provare un’altra! Caratteristica tipica delle nuove generazioni!
Abbiamo poi continuato a ragionare sulle difficoltà che vive il barista oggi:
- troppe referenze per una categoria di prodotto;
- celle piene di cartoni;
- difficoltà di tracciare e gestire le scorte;
- preparazione resa difficoltosa dalla necessità di seguire tempi e temperature di cottura differenti;
- prodotto uguale a quelli dei suoi concorrenti.

Tutto ciò ti suona familiare, vero?

Abbiamo finalmente trovato la soluzione, stai per scoprire il goloso mondo di Creami!

Creami è un progetto riservato a chi vuole semplificare il proprio lavoro e vendere di piu’ e meglio!!

Scrivici, così uno dei nostri migliori agenti verrà a trovarti e ti spiegherà cosa fare per aumentare la rendita delle tue colazioni.



!
Usando questo sito si accetta l'utilizzo dei cookie per analisi, contenuti personalizzati e annunci.